www.studibiblici.eu - www.ebiblicalstudies.com

αὐξανόμενοι εἰς τὴν ἐπίγνωσιν τοῦ Θεοῦ

 

home

libri

studi

attualità

traduzioni

riflessioni

storia

biblioteca

links

 

 

 Introduction

 

 

 

 

 

 

 

 

torna indietro

Giuseppe Guarino

Ci vediamo il 22 Ottobre 2011



Ci risiamo. Oggi, 17 Ottobre, arrivo in ufficio e, mentre, quasi meccanicamente, vado per aprire la posta su yahoo, leggo l'ennesima notizia: "Secondo la lettura matematica della Bibbia il mondo finirà il 21 ottobre 2011". Lo confesso: non riesco a credere ai miei occhi.

Non sono passati molti mesi da quando ho scritto uno studio sul ritorno di Gesù, predetto da alcuni per la primavera di quest'anno. Ed eccoci a dovere discutere di un'altra data che uno "studioso" della Bibbia è riuscito a ricavare per calcolare la "fine del mondo", o "il ritorno di Cristo" o entrambe le cose.

Leggo nell'articolo: "La data della crocifissione di Gesù è fissata il primo aprile del 33 d.C. Moltiplicando per due volte tra loro i tre numeri sacri 5, 10 e 17 si ottiene 722.500. Per Camping, questi sono esattamente i giorni tra la morte di Gesù e la fine del mondo, e cadrebbero esattamente il 21 ottobre 2011. Camping ha confermato questa teoria in un messaggio audio diffuso di recente: “Possiamo essere certi che il mondo intero sarà distrutto il prossimo 21 ottobre”.

Che Gesù sia stato crocifisso nel 33 d.C. è improbabile. E' ormai riconosciuto che un errore del nostro calendario gregoriano, fa cadere, paradossalmente, la nascita di Gesù nel 4 a.C. Secondo alcuni addirittura nel 6 a.C. Anche il calcolo del giorno e mese della crocefissione non è semplice, ma nemmeno discuterne e tralasciamo il dettaglio. Che poi il 5, il 10 ed il 17 siano numeri "sacri" a me non risulta; almeno non lo sono più degli altri e di sicuro meno significativi del 3, del 7 o, persino del 4 e del 6 - ma questa è un'altra questione. Un ultimo appunto è che i giorni del nostro calendario, dal 29 d.C. o 33 d.C. che si voglia, non corrispondono. Mancano diversi giorni, eliminati qua e là nel corso dei secoli per cercare di riparare agli errori del nostro calendario.

Ma, mettendo da parte le motivazioni matematiche che non rendono attendibili i calcoli e le acrobazie numerico-bibliche di alcuni, la verità è che ci troviamo davanti all'ennesimo penoso e squallido tentativo di predire la fine del mondo, Bibbia alla mano.

Non ripeto quanto ho già detto nel mio articolo sul ritorno di Gesù, mi limito a dare appuntamento al lettore al 22 Ottobre 2011, qui, su queste pagine.

Catania, 17 Ottobre 2011

Clicca qui per leggere il mio articolo-studio sul ritorno di Gesù

E' domenica 23 ottobre 2011 e la fine del mondo non è arrivata. Lascio questo articolo sul mio sito a futura memoria.