www.studibiblici.eu - www.ebiblicalstudies.com

αὐξανόμενοι εἰς τὴν ἐπίγνωσιν τοῦ Θεοῦ

 

home

chi sono

libri

studi

apologetica

Qumran

attualità

traduzioni

riflessioni

storia

biblioteca

links

 

 

 Introduction

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Giuseppe Guarino

LA TRINITA'

 

leggi il libro in formato pdf

 

se il libro ti è piaciuto e lo ritieni utile per i tuoi studi, sostieni il nostro lavoro: ordinalo presso l'editore www.cotroneoeditore.it oppure richiedilo in una qualsiasi libreria CLC o cristiana in genere

 

Prefazione

Ho iniziato questo scritto come una confutazione dell'opuscolo dei Testimoni di Geova intitolato “Dovreste credere nella Trinità?” datomi da una mia cugina, la quale si diceva certa che leggerlo mi avrebbe aperto gli occhi sulla “verità”, quella della Watch Tower, la Torre di Guardia, ovviamente.

Le argomentazioni proposte dall’opuscolo in questione, però, possono trarre in inganno solo chi non conosce le Sacre Scritture o la storia della Chiesa, specie quella primitiva. Devo ammettere che, per quanto riguardava alcune affermazioni di patristica, sono stato per qualche tempo piuttosto perplesso. Ma soltanto perché davo per scontato che le informazioni che la Torre di Guardia proponeva fossero autentiche. Non lo erano, invece, come ho potuto appurare studiando in prima persona gli scritti che venivano citati. Allo stesso modo - soprattutto- non erano fondate neanche le argomentazioni bibliche proposte contro la dottrina trinitaria.

Di seguito dimostrerò quanto affermo.

Voglio informare subito il lettore sul modo in cui ho studiato la materia e come sono giunto quindi alle conclusioni che esporrò nelle pagine a venire.

Letto l’opuscolo, mi sono procurato i testi della Chiesa primitiva che citava, leggendoli quasi tutti per intero. Ho esaminato così una buona parte degli scritti cristiani dei primi tre secoli, tradotti in italiano o in inglese e, dove mi è stato possibile, con testo originale a fronte. Ho studiato anche la “Storia Ecclesiastica” di Eusebio di Cesarea del IV secolo..

Ad un certo punto della mia ricerca, ma anche per gli altri studi che stavo conducendo, ho ritenuto indispensabile dover imparare la lingua originale del Nuovo Testamento. L’ho fatto studiando diverse grammatiche disponibili in lingua inglese. Questo mi ha permesso di poter valutare con sufficiente competenza la Traduzione del Nuovo Mondo, traduzione ufficiale dei Testimoni di Geova, consultandola sia in italiano che in inglese.

Quindi ho letto, riletto e poi letto di nuovo e studiato in particolare tutto il Nuovo Testamento e i passi trinitari che vi rinveniamo. L’ho studiato in varie traduzioni, in italiano, in inglese, ma soprattutto nell’originale greco ed anche questo in diverse edizioni.

Ritengo in tutta onestà di avere fatto quanto in mio potere per acquisire una visione oggettiva dei fatti, non trascurando mai, però, di aggiungere allo spirito scientifico che ha animato il mio lavoro, un profondo atteggiamento di preghiera perché il Signore mi illuminasse nei miei studi e lo Spirito Santo mi guidasse ad una corretta comprensione della Scrittura.

La forma in cui presento questo mio libro non è quella che avevo immaginato quando ho iniziato a scriverlo. Non è una confutazione sistematica dell’opuscolo con il quale la mia ricerca è iniziata. Non è neanche quella che avevo pensato di dargli quando ho deciso di lasciare cadere la polemica e scrivere un libro sulla Trinità che non dipendesse dalla discussione sulle posizioni dei Testimoni di Geova. Ciò che ne è venuto fuori sembra potersi collocare esattamente a metà strada. Ho deciso di non modificarlo ulteriormente, però, visto che, guardandomi indietro, mi sono accorto che le migliori e più lucide affermazioni sulla dottrina della Trinità (ma anche su altre dottrine della Bibbia) si trovano in libri che confutano delle eresie e, comunque, ritengo di essermi allontanato a sufficienza dallo schema di una sterile confutazione sistematica, così da rendere utile il mio lavoro anche a chi non ha alcun interesse nelle controversie dottrinali sulla materia.

 

Continua la lettura: leggi il libro in formato pdf