www.studibiblici.eu - www.ebiblicalstudies.com

αὐξανόμενοι εἰς τὴν ἐπίγνωσιν τοῦ Θεοῦ

 

home

libri

studi

apologetica

attualità

traduzioni

riflessioni

storia

biblioteca

links

 

 

 Introduction

 

 

torna agli studi

 

L'articolo che segue mi è stato inviato via mail dal dott. Pickering e, chiesto ed ottenuto subito il suo permesso, ritengo davvero importante tradurlo e presentarlo al pubblico cristiano italiano.

 

Wilbur N. Pickering, ThM PhD
 

Abiathar―Mark 2:26

 

Alcuni dei miei lettori possono essere al corrente che questo verso ha distrutto la fede di almeno uno studioso dei nostri giorni, sebbene egli avesse ricevuto un'educazione evangelica. Egli aveva compreso che Gesù avesse detto che Abiatar era il sacerdote col quale ebbe a che fare Davide, quando in realtà lo era il padre, Abimelec. Se Gesù ha affermato un errore storico come un fatto, egli non può essere Dio. Quindi egli voltò le spalle a Gesù.

Considero una tale decisione discutibile e non necessaria e nell'interesse di aiutare altri che potrebbero essere disturbati da questo verso, propongo la seguente spiegazione:

"Come egli entrò nella casa di Dio (facendo di Abiatar il sommo sacerdote) e mangiò il pane consacrato, del quale è permesso mangiare solo ai sacerdoti, e lo condivise con coloro che erano con lui".

La mia traduzione è diversa da quella proposta da "al tempo del sommo sacerdote Abiatar" (Nuova Riveduta). Qui stiamo traducendo tre parole greche che aderendo al loro significato letterale significano "su Abiatar sommo sacerdote" (ma la preposizione qui, epi, è la più versatile delle preposizioni greche e uno dei suoi tanti significati/usi è "verso" - il dizionario standard, BDAG, elenca almeno diciotto possibili significati diversi). Quando diamo uno sguardo al brano nell'Antico Testamento, scopriamo che Davide realmente conversò con Abimelec, padre di Abiatar, che era in quel momento il Sommo Sacerdote (1 Samuele 21:1-9). Da lì a qualche giorno Saul avrebbe massacrato Abimelec e 84 altri sacerdoti (1 Samuele 22:16-18), ma suo figlio Abiatar fuggì ed andò da Davide, portando con sé l'Efod (1 Samuele 22:20-23; 23:6). Il fatto che Davide potesse utilizzarlo per interrogare il SIGNORE suggerisce che questo doveva essere l'Efod che indossava soltanto il sommo sacerdote, visto che solo quell'Efod aveva l'Urim e i Thummim (1 Samuele 23:9-12; cfr. Numeri 27:21, Esdra 2:63). L'Efod era per il sommo sacerdote ciò che la corona era per un re; quindi come poteva Abiatar averlo? Il testo afferma che la visita di Davide aveva riempito Abimelec di paura, probabilmente perché anche lui aveva visto Doeg l'edomita e immaginò cosa sarebbe accaduto. Ora, perché Abiatar non fu preso con gli altri? Io suggerisco che Abimelec aveva le idee piuttosto chiare su ciò che sarebbe successo (probabilmente Doeg si allontanò immediatamente e Abimelec immaginò che egli non avrebbe avuto molto tempo)quindi deliberatamente consacrò Abiatar e gli diede l'Efod, dicendogli  di nascondersi - egli lo fece probabilmente quel giorno stesso (e una volta che i soldati arrivarono per arrestare Abimelec e gli altri 84, sarebbe già stato troppo tardi). Abiatar era fuggito, ma si portò con lui la notizia del massacro; solo adesso egli era sommo sacerdote.

Tirando le somme, fu la visita di Davide che risultò nell'investitura prematura di Abiatar quale sommo sacerdote, come Davide stesso ammise, e a cui Gesù allude velocemente (ed ecco perché ho usato le parentesi). Perché Gesù doveva alludere a quello? Suppongo perché la Bibbia mette subito in rilievo le conseguenze del peccato, e Davide mentì ad Abimelec. Sebbene Gesù stesse utilizzando il fatto che Davide avesse mangiato quei pani come esempio, egli non intendeva soffermarsi sul peccato e le sue conseguenze.

Dobbiamo tener presente che Gesù parlava a dei Farisei, che erano ferrati sulle Scritture dell'Antico Testamento. Un caso risaputo quale il massacro di 85 da parte di Saul doveva essere piuttosto conosciuto. E, naturalmente, nessuno dei libri del Nuovo Testamento era ancora stato scritto, quindi la comprensione di quanto Gesù stava affermando doveva basarsi su 1 Samuele ("Non avete mai letto ... ?"). Se oggi desideriamo comprendere questo brano, noi dobbiamo posizionarci all'interno del contesto nel quale è stato scritto Marco 2:23-28. I Farisei avrebbe capito che se Abiatar era in possesso dell'Efod con gli Urim e i Thummim, era doveva essere il sommo sacerdote. E come riuscì a farla franca? Egli lo aveva ottenuto a seguito della visita di Davide, era un'immediata conseguenza di quella visita.

Alcuni potrebbero obiettare che "fare" è un verbo e non una preposizione. Bene, "al tempo del" che ritroviamo nella Nuova Riveduta, sebbene non sia un verbo è una frase. Ma tanto un pronome quanto un avverbio possono prendere il posto di una frase e lo stesso può accadere ad una preposizione. Altre versioni usano proprio un verbo "quando era", oppure "nei giorni quando ... era". Dove gli altri hanno utilizzato da due a cinque parole io ne ho utilizzato solo una.

Per concludere, per favore nessuno rigetti Gesù a causa di questo verso. 

 

Il dott. Pickering è uno studioso di critica del testo del Nuovo Testamento di tutto rilievo. Ha pubblicato con Thomas Nelson "The Identity of the New Testament Text" ed è stato fra i traduttori del testo interlineare greco-inglese della New King James Version. Ha scritto vari articoli e libri. Il suo notevole testo critico Maggioritario ed altri suoi scritti sono disponibili online al seguente indirizzo:

www.walkinhiscommandments.com